Giorgia Meloni

MELONI E LA BAMBINA

DI GIUSEPPE SALAMONE

GIUSEPPE SALAMONE

 

Di certo non mi si può accusare di simpatie politiche per la Meloni e per il suo partito, ma lo vogliamo dire che il dibattito che si è creato in Italia che riguarda lei e la sua figlioletta è schifoso e vomitevole? Fatemi capire una cosa, la Meloni non avrebbe dovuto portare con se sua figlia a Bali per quale motivo? Lei è la mamma e ha il diritto di decidere se portarla con lei o meno. Queste sono situazioni familiari delicate che solo chi le vive sulla propria pelle può decidere cosa fare e come comportarsi.

Se proprio volete attaccare la Meloni fatelo per altro, di certo gli argomenti non mancano tantomeno lei se ne guarda bene dal fornirli. Ieri mattina ho avuto la disgrazia di ascoltare Furio Colombo su LA7, un personaggio che da quando ha lasciato il Fatto Quotidiano con una polemica sterile e strumentale è onnipresente in TV e ascoltato manco fosse Mosè con le tavole della legge. Un personaggio che ha deciso di tornare alla ribalta televisiva grazie all’elmetto e che si è comportato in modo altamente vergognoso con Orsini perché non ne condivideva le opinioni.

Ecco, mi sono venuti i brividi quando ha attaccato la Meloni usando la sua figlioletta. Vuoi attaccare la Meloni per l’immigrazione? Bene, ci sono miliardi di motivi per farlo. Di certo tirare in ballo la figlia è di una barbarie vergognosa! Ma si sa, se stai schierato dalla parte giusta (secondo la propaganda occidentale), certe affermazioni gravissime lasciano il tempo che trovano e non creano alcuno scandalo. E la parte giusta oggi sta nell’aver rispolverato l’elmetto. Colombo l’ha capito subito. Sarebbe ora che capisse anche che la maggioranza degli italiani ne ha le scatole piene di personaggi come lui. Sarebbe ora che si godesse la sua pensione!

Intanto la Meloni continua a crescere nei sondaggi… Non siamo un paese, siamo la patria degli intellettuali scaduti che ci stanno condannando alla barbarie sottraendoci il senso dell’umanità!