inchiesta nazisti Campania

NAZISTI ITALIANI ED UCRAINI UNITI

DI GIORGIO CREMASCHI

GIORGIO crEMASCHI

 

Una clamorosa inchiesta della magistratura campana ha portato all’arresto di un gruppo di fanatici nazisti che, secondo l’accusa, progettavano attentati nel nostro paese.
Ieri in tv le forze dell’ordine hanno spiegato l’indagine, aggiungendo che gli italiani erano in stretto contatto con i nazisti ucraini di Azov.

Sì è proprio questa la parola usata dell’ufficiale dell’Arma rispetto ai miliziani ucraini: NAZISTI. Per i quali i camerati italiani stanno anche facendo reclutamento.

Ora davvero sarebbe giusta e necessaria una doppia vergogna. Per i giornalisti che esaltano i tagliagole di Azov e simili come eroi della libertà. Per chi li ha armati, con il rischio di trovarci in Italia le loro bombe.

Grazie a quella parte dello stato che fa il proprio dovere in condizioni politiche ed istituzionali sempre più difficili.
E grazie a chi, tra insulti intimidazioni e minacce, continua a chiamare e a denunciare come nazisti i nazisti.