libro Ohio

IL LIBRO DI OGGI: OHIO

DI ALBERTO BORGHESANI

REDAZIONE

 

Il prologo, molto elegiaco e pomposo, mi aveva tratto in inganno.
In realtà c’è più Riverdale che Steinbeck dentro.
I quattro blocchi tematici che han per attore principale uno dei protagonisti spesso arrancano faticosamente. Markley fatica a tenere un registro univoco e pasticcia non poco coi piani temporali in estenuanti avanti e indietro.
Tutto male quindi?

No. Perché almeno è un romanzo ambizioso. E coraggioso nel volere indicare negli anni successivi l’11 Settembre una cesura generazionale importante: la politica, l’amore, la sessualità, la guerra e la morte, i riti di passaggio di una generazione sconvolta dalla guerra come lo fu quella del Vietnam.

Certi passaggi sono molto scontati, banali, però, tutto sembra stato riordinato a posteriori per non fare mancare nulla all’epica millennials.
Nessuna sorpresa. Se non sorprendersi nel trovare così tante similitudini tra la vita americana nel Midwest e quella di tanti giovani della provincia padana.
E versare due lacrimucce.
Ohio – Stephen Markley, Einaudi 2018