Fassina e Conte

NASCE “COORDINAMENTO 2050”, PER UNA NUOVA SINISTRA

DI GIANCARLO SELMI

Giancarlo Selmi

 

Sì è svolta, con la presenza di Giuseppe Conte, la riunione costitutiva di “Coordinamento 2050”, il progetto per una nuova sinistra lanciato da Fassina e De Petris, che punta alla costruzione di un vero polo progressista affrancato dal PD.
Un’assemblea davanti a 400 persone e il lancio di una rete di comitati locali. La sinistra che non si riconosce con la coalizione di Enrico Letta si è riunita a Roma e ha creato “Coordinamento 2050” per cercare di far partire un cantiere per “un polo progressista”. E alla base ci sono il sostegno a Giuseppe Conte, anche lui presente all’evento, e il dialogo con il Movimento 5 stelle. Tra i sottoscrittori della lettera ci sono alcuni volti noti a sinistra: Stefano Fassina, Loredana De Petris, Alfonso Pecoraro Scanio, Eugenio Mazzarella, Claudio Grassi, Pina Fasciani, Paolo Cento e Maurizio Brotini“. (Cit. FQ).

“Eppur si muove”! Uso le parole di Galileo Galilei per sottolineare l’importanza della nascita di un progetto necessario. Un soggetto politico autenticamente di sinistra, che sfratti il PD da uno spazio politico illegittimamente occupato. Il PD parla di rinnovamento, mentre conferma le capogruppo al Senato ed alla Camera, fortissimamente volute da “base riformista”, la corrente verdinian-renziana guidata dal conticida lobbista delle armi, Guerini.

Un nuovo PD è impossibile, a meno che non si sciolga e si liberi dell’intero attuale gruppo dirigente. Neppure ritengo sia possibile alcuna trattativa con un partito a organizzazione tentacolare, che ha occupato tutti i gangli di potere possibili e che ha una visione di sviluppo totalmente neoliberista. È perfettamente possibile, anzi auspicabile ed è questo il caso, la nascita di un nuovo soggetto politico che, mentre riconosce la leadership del nostro Giuseppe Conte nella costruzione del polo progressista, parli di diritti sociali e di politiche redistributive, autenticamente sostenibili ed ecologiste.

A Stefano Fassina, Loredana De Petris, Alfonso Pecoraro Scanio ed a tutti gli altri, va il mio incondizionato appoggio ed il mio augurio di svuotare il PD di tutti i voti che non gli appartengono. A loro, insieme a Giuseppe Conte ed al Movimento 5 Stelle, indirizzo un sontuoso “ad maiora”.