funerali di Rayan Suleiman

DOPPIO PESO PER UCRAINA E GAZA

DI GIUSEPPE SALAMONE

GIUSEPPE SALAMONE

 

Maledetta la propaganda ed il finto buonismo, maledetto il doppiopesismo ed il conformismo. Maledetti tutti coloro che danno un valore diverso alle persone in base all’area geografica o per partito preso e le usano per il proprio tornaconto.
Hanno inondato le TV, i giornali ed i social con il suicidio del rapper Russo Ivan Petunin di 27 anni, che si è suicidato per non andare in guerra. Sia chiaro, per me il gesto di questo ragazzo ha un’enorme valore e lo rispetto se realmente lo avesse fatto per sfuggire alla barbarie della guerra. Ma non credo che queste situazioni accadano solo in Russia, accadono ovunque, Ucraina compresa!
Mi fanno schifo tutti coloro i quali usano la morte di questo ragazzo per portare avanti una narrazione russofoba e lanciare messaggi subdoli soprattutto attraverso post strappalacrime! Chissà perché queste storie trovano megafono mentre altre no. Evidentemente altri essere umani soprattutto bimbi che muoiono a causa della guerra non hanno lo stesso valore.
Quasi in contemporanea è morto un bimbo Palestinese, Rayan Suleiman! È morto per un arresto cardiaco durante la fuga dopo essere stato inseguito dalle forze di occupazione israeliane mentre lasciava la scuola nella città occupata di Betlemme. È morto anche lui, a 7 anni!
Ma evidentemente per i vari buonisti a giorni alterni che girano sui social, la sua vita non ha lo stesso valore di altre vite, a maggior ragione rispetto a quelle che servono per portare avanti in modo spedito la propaganda!
Siete una vergogna, siete degli esseri disumani e siete la rovina dell’umanità. Quella stessa umanità che viene affranta dalla guerra a causa del vostro doppiopesismo.
Vergognatevi!