Giuseppe Conte

FARE POLITICA PER MIGLIORARE LA VITA DELLE PERSONE

DI GIANCARLO SELMI

 

Ho visto l’intervista a Giuseppe Conte dalla D’Urso. Mi ha colpito. Mentre parlava di chi, per la prima volta, per merito del Reddito di cittadinanza, ha potuto comprare una protesi, o ha potuto entrare in un ottico e comprare le lenti adeguate, si è visibilmente commosso. Potenza dell’empatia, della vera partecipazione, ha trasmesso a me la sua emozione e mi sono ritrovato ad asciugare le lacrime.

Qualche tempo fa, scrissi in un post che, per la prima volta nella storia di questo paese, al tavolo del Consiglio dei Ministri, di fianco a Conte erano seduti gli ultimi, i dimenticati. Era seduto il mio Giulio, disabile, era seduta l’addetta precaria di un call center, era seduto il pensionato al minimo che con il cashback aveva ricevuto 150 euro, altrimenti inaspettati ed aveva fatto qualcosa che mai si sarebbe permesso.

Sì dovrebbe fare politica per quello: per migliorare la vita delle persone, non per distruggerla o per fare gli interessi di questo o quel gruppo di potere. Giuseppe Conte ha abbondantemente dimostrato che quello è il suo intento, che quello è stato il motivo del suo impegno. Era uno stimato professore universitario, un autorevole giurista ed un prestigioso avvocato con dichiarazioni dei redditi a sei zeri. Ha rinunciato a tutto, da più di un anno e mezzo non percepisce nessun emolumento.

Il Parlamento è pieno zeppo di eletti che continuano a fare due o tre mestieri, o almeno la professione originaria, aggiungendo, a quello che già guadagnavano, lo stipendio da parlamentare. Stuoli di assenteisti. Conte ha chiuso il suo studio ed ha chiesto aspettativa dal suo incarico di professore.

A chi affidereste le chiavi di casa? Ad uno come Conte? O a Salvini, Meloni, Renzi e Calenda? Ricchi mantenuti al servizio di lobbies e comunelle finanziario-economiche? Cui dei destini degli italiani interessa quanto un granello di cumino rancido?
Fatevi la domanda e votate Movimento 5 Stelle. Votate Conte, votate #dallapartegiusta

Votate chi ha a cuore il vostro destino.