Roger Waters

ROGER WATERS PER NOI E’ UN PROBLEMA

DI RITA NEWTON

Rita Newton

 

Sembrerà assurdo e invece è così.
Roger Waters è un problema per noi sotto molti punti di vista anche a causa della sua età, 79 anni.

L’età di Waters è un problema perché a 79 anni lui mantiene alti i suoi ideali. Non li ha lasciati indietro, a 19 o 29 anni. E dà voce a questi ideali, li mette sui tabelloni di luci a led, prende posizione.

A 79 anni scrive lettere aperte ricordando al presidente di uno stato in guerra che quando si era candidato aveva presentato un programma contenente promesse alle province russofone, promesse che non sono state mantenute. E Roger, lanciando feroci critiche alla politica internazionale del suo stesso paese, propone come far prevalere la pace.

A 79 anni Roger non si limita a cantare, suonare e scrivere: manifesta il suo dissenso. Si sposta da una parte all’altra, si ferma fuori dalle ambasciate aspettando di essere ricevuto per chiedere di non estradare Assange o di liberarlo.
Da quanto tempo non scendiamo in strada per un’ingiustizia e andiamo davanti ad una qualsiasi istituzione con una richiesta o un cartello?

E così Roger Waters è un problema e la sua età è un problema anche per un altro motivo.
79 anni sono quasi 80. Ad un certo punto lui non suonerà più dal vivo quei messaggi pregnanti che sono le sue canzoni, non si potrà più rivolgere ai potenti per chiedere coerenza, rispetto dei diritti umani e della libertà di parola.
E allora chi prenderà il suo posto, se tanti di quelli che hanno venti, trenta o quarant’anni meno di lui già oggi non fanno quello che lui fa – al di là della sua fama – per la pace, i diritti e le libertà?

 

lettera di Roger Waters