LE TEORIE DEL COMPLOTTO SONO IL VERO PERICOLO

DI RITA NEWTON

 

Da alcuni anni si leggono ipotesi catastrofiche che parlano di una consorteria di personaggi che, in nome del dio denaro o di nuove religioni ad hoc, vogliono attuare un nuovo ordine mondiale, far morire un determinato numero di persone e prendere il potere in tutto il mondo.
Che ci siano degli squilibrati ovunque con manie di grandezza e idee di sovversione dell’ordine globale non è una novità, mentre molti di questi scenari sono già presenti nella letteratura distopica e fantascientifica, quindi niente di nuovo. Il problema è realizzarlo.
Per esempio questa fissazione del chip iniettato è ridicola e lo dico come ingegnere elettronico. Infatti una cosa è “impiantare” un chip sotto pelle, che è visibile e a occhio nudo e resta nella posizione in cui è messo, altra è iniettare un chip che per passare nell’ago deve avere dimensioni microscopiche e che se ne andrebbe a spasso per tutto l’organismo provocando eventualmente danni o venendo espulso con urine e feci. Ma sono solo due aspetti tecnici.
Parte del pubblico è pronta a credere a qualunque teoria di manipolazione e, credendo di avere maggiori capacità critiche della media, che chiama gregge, ascolta chiunque avalli i suoi timori anche se sono persone senza la minima competenza tecnica e se ce l’hanno possono essere dementi o disturbate.
Infatti, a parte la demenza senile che può sopravvenire in qualsiasi scienziato, alcuni dei più gravi disordini di personalità o disturbi mentali che comprendono visioni e deliri sono accompagnati da grande carisma e capacità di fingere superiorità e competenza. Peccato che chi sospetta sempre non sospetti di questi.
Con questo non dico che non esistano nuove religioni ad hoc (vedasi i neocon di cui fa parte la famiglia dei presidenti Bush o Q-Annon) usate come collante per gruppi di potere che aspirano ad accrescerlo. E non dico che l’informazione non possa essere manipolata (lo è eccome, infatti da decenni faccio controinformazione). E non dico che chi possiede un pezzetto del mondo non vorrebbe arrivare a possederlo tutto, ma che bisogna fare i conti con la realtà. Ci sono molti centri di potere diversi i cui interessi sono e resteranno contrapposti, ci sono 8 miliardi di persone al mondo i cui comportamenti di massa sono solo parzialmente orientabili e solo per alcuni aspetti a dispetto degli ipotetici chip e ci sono limitazioni tecniche alle assurdità che vengono propagandate.
Temo che il veicolo principale per ottenere certi risultati possa essere invece proprio la credulità di chi dà ascolto alle teorie complottiste. Perché se sei disposto a credere a chiunque senza verificare le sue competenze tecniche e la sua sanità mentale, se non fai nemmeno una ricerca in Internet per verificare i numeri catastrofici portati a sostegno delle varie tesi complottiste o non ti insospettiscono dati generici; se credi più al singolo scienziato che alla comunità internazionale composta da milioni di scienziati che controllano il rispettivo lavoro e che non si potrebbero comprare tutti perché non basterebbe l’oro del mondo; se puoi pensare che miliardi di persone siano stupide e solo tu e un’altra piccola percentuale siete il nuovo popolo “eletto”, allora chi voglia comandare il mondo può farti credere qualsiasi cosa dicendoti che tu sei speciale e che tutti gli altri sono i cattivi.
Ma in particolare sono cattivi quei 10, 100 o 1000 potenti del mondo che, diciamocelo, sono pure cretini, perché non vedono le limitazioni tecniche, sociali e geopolitiche all’ipotetico grande complotto mondiale che alcuni pensano stiano portando avanti.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e spazio al chiuso