NIENTE SESSO (FUORI DELLE NOZZE), SIAM CATTOLICI

DI RITA NEWTON

 

Questa della castità prematrimoniale, presentata come una straordinaria novità, è cosa vecchia, come il ben più datato non desiderare la donna d’altri (risalente alle tavole di Mosè) e il più moderno non risposarti dopo il divorzio se vuoi accedere alla Comunione, per non parlare dell’accoppiamento a soli fini riproduttivi.
Si tratta di divieti (che riguardano in varia forma anche altre confessioni religiose) per lo più violati da un’alta percentuale di cattolici, alcuni coerentemente non giudicanti la vita degli altri, altri invece (come vari politici nostrani sedicenti difensori delle radici cristiane d’Europa) sempre con l’occhio sul buco della serratura altrui e la bocca su un megafono.
Secondo me ogni religione le sue regole – se non impattano sui diritti degli altri, minorenni in particolare – se le può fare da sé. Il problema (sempre per loro) è rispettarle.
Noi altri viviamo felicemente le nostre vite, con scelte dettate dalla libertà, dalla sensibilità e dall’etica personale, anche se capisco il sorrisino di fronte alla esortazione alla castità dei fidanzati tenendo conto di come va il mondo oggi, sia a livello relazionale che lavorativo.
Certo i politici incoerenti che violano le regole propugnate ma fanno la lezione agli altri vanno giustamente fustigati.
Nessuna descrizione della foto disponibile.