4 GIUGNO- GIORNATA INTERNAZIONALE PER I BAMBINI INNOCENTI VITTIME DI AGGRESSIONI

DI RITA NEWTON

 

“Era vivo, rideva,
camminava e giocava.
Natura, prendendolo che hai avuto?
Tu hai milioni
di uccelli colorati,
foreste, stelle, oceani,
il cielo infinito.
Perché l’hai strappato
dal seno della madre,
l’hai nascosto in seno alla terra
e l’hai ricoperto di fiori?
O Potente Natura
di miriadi di stelle e di fiori,
hai rubato un bambino!
S’è forse ingrandito
il tuo tesoro infinito?
Hai così aumentato d’un granello
La tua felicità?
Eppure, un cuore di mamma,
immenso come il tuo,
con la perdita del bambino
ha perduto tutto!”
Pubblico questi versi di Rabindranath Tagore anche se non sono propriamente riferiti al tema di questa giornata ma comunque riescono ad esprimere, con delicatezza quasi lenitiva, come si resti attoniti di fronte alla perdita di un bambino.
Ancora maggiore sgomento si prova quando un bimbo muore vittima di un’aggressione.
Anche se i bambini aggrediti non necessariamente perdono la vita, ne viene uccisa l’innocenza.
____________________________________________________________________
Potrebbe essere un primo piano raffigurante fiore