PACE PROIBITA

DI MARIO PIAZZA

 

Ero abituato a pensare alle guerre come a crimini attentamente programmati da questo o quel governo e in parte credo ancora che sia così, almeno nella loro fase iniziale.
Poi iniziano a cadere le bombe. Saltano in aria le persone e le case e insieme a esse in tanti ci hanno spiegato che salta in aria anche la Verità per lasciare campo libero alla propaganda.
Normale, ho visto la propaganda mettere la corda al collo di Saddam, affamare il popolo cubano e quello venezuelano, linciare Gheddafi, beatificare l’apartheid israeliana, carcerare Mandela e assassinare Allende. Lo sapevo già, la propaganda è un’arma micidiale quanto i missili e i carri armati.
Quello che non sapevo è che contemporaneamente saltasse per aria anche qualsiasi senso logico per fare spazio a una corsa forsennata verso traguardi inconfessabili che con la guerra e la pace non c’entrano un fico secco. E’ per questo che il mio pensiero può trovare un riscontro agghiacciante in ciò che dice Salvini e che mi sorprendo ad annuire inconsapevolmente ai comizietti della Maglie.
E’ per questo che il Papa viene fatto passare per un filorusso, che il governo democratico mette i servizi segreti a regolamentare l’informazione, che i milioni di italiani in difficoltà perdono quel poco di rappresentanza che avevano, che Letta è più falco di Boris Johnson e Joe Biden messi assieme.
Roba da attacchi di panico, da svegliarsi urlando nel cuore della notte. Per caso sono impazzito pure io?
No, non ancora o se sì sono in buona compagnia fino a quando persone come Michele Santoro, Ascanio Celestini, Sabina Guzzanti, Elio Germano, Fiorella Mannoia, Moni Ovadia, Vauro, Tomaso Montanari e altri si ritroveranno in un teatro per dire pressappoco le stesse cose che sto scrivendo da settanta giorni su questa pagina.
_______________________________________________________
May be an image of ‎1 person and ‎text that says "‎MONI OVADIA: LA "SPAVENTOSA PRESA PER IL CULO" DELLA PROPAGANDA BELLICISTA VIDEO taaimta ت‎"‎‎