VERITA’ DOVE STAI?

DI MARISA CLARA CELESTE CORAZZOL

 

Il Segretario Generale dell’ONU, Gutierrez e la Presidente della Commissione Europea, Ursula von Der Layen chiedono un’ indagine indipendente sulle vili uccisioni di cittadini inermi a Bucha. Quelle immagini sono terribili. Quei corpi abbandonati per strada e quelle fosse comuni hanno certamente il “corpus” di gravi crimini di guerra.
Crimini che non hanno alcuna giustificazione, se non la barbarie assoluta e che devono essere esperiti intelligentemente proprio da indagini indipendenti e portati alla Corte Penale Internazionale de L’ Aja.
Tertium non datur.
________________________________
Intanto, il Ministero della Difesa russo nega le accuse del regime di Kiev di aver ucciso dei civili a Bucha, nella regione di Kiev:
…” ❗️ Tutte le foto e i video pubblicati dal regime di Kiev che testimoniano alcuni “crimini” commessi dai militari russi a Bucha, nella regione di Kiev, sono solo un’altra provocazione. Durante il tempo in cui la città è stata sotto il controllo delle forze armate russe, nessun residente locale ha subito alcuna azione violenta. I militari russi hanno consegnato e distribuito 452 tonnellate di aiuti umanitari ai civili della regione di Kiev.
▫ Finché la città era sotto il controllo delle forze armate russe e anche allora, fino ad oggi, gli abitanti di Bucha si muovevano liberamente in città e usavano i telefoni cellulari.
❗️ Le uscite da Bucha non erano bloccate. Tutti i residenti locali erano liberi di lasciare la città in direzione nord, anche verso la Repubblica di Bielorussia. Allo stesso tempo, la periferia meridionale della città, comprese le zone residenziali, è stata bombardata 24 ore su 24 dalle truppe ucraine con artiglieria di grosso calibro, carri armati e sistemi a razzo a lancio multiplo.
❗️ Vorremmo sottolineare che tutte le unità russe si sono ritirate completamente da Bucha già il 30 marzo, il giorno dopo il round di colloqui faccia a faccia Russia-Ucraina in Turchia.
‼️ Inoltre, il 31 marzo, il sindaco di Bucha, Anatoliy Fedoruk, ha confermato in un video messaggio che non c’erano militari russi in città, ma non ha nemmeno menzionato nessun abitante del luogo colpito nelle strade con le mani legate.
▫️ Non è sorprendente, quindi, che tutte le cosiddette “prove dei crimini” a Bucha non sono emerse fino al quarto giorno, quando il Servizio di Sicurezza dell’Ucraina e i rappresentanti dei media ucraini sono arrivati in città.
▫️ È particolarmente preoccupante che tutti i corpi delle persone le cui immagini sono state pubblicate dal regime di Kiev non sono irrigiditi dopo almeno quattro giorni, non hanno le tipiche macchie da cadavere, e le ferite contengono sangue non consumato.
▫️Tutto questo conferma definitivamente che le foto e i filmati di Bucha sono un’altra produzione del regime di Kiev per i media occidentali, come è successo a Mariupol con la maternità, così come in altre città…
_________________________________________
Verità, dove stai?
Poveri noi!
Che dolore!