PUTIN CONTRO TUTTI

DI RITA NEWTON

 

Perché non si scateni la terza guerra mondiale, Putin alla fine deve sentire di esserne uscito con dignità. Lo so che può fare impressione o sembrare ingiusto, ma un pazzo asserragliato con dell’esplosivo che si veda accerchiato lo farà esplodere pensando: se devo morire io che vadano tutti al diavolo.
A meno che qualcuno dei suoi non gli tolga la sedia di sotto, per il momento è Putin a detenere il potere di schiacciare il bottone degli armamenti nucleari russi.
Per questo il ruolo della Cina di riequilibrare una situazione “Putin contro tutti” è importante. Infatti ad oggi abbiamo schierati da una parte USA, UE, altri paesi NATO, Giappone (appena sceso in campo per non sbagliare schieramento come nella seconda guerra mondiale) e dall’altro la Russia.
Tuttavia la Cina non ha votato a favore della risoluzione ONU, come invece aveva fatto tante altre volte nella storia, ed ha chiesto negoziati multilaterali, quindi non è alleato militare di Putin.
Le strade della diplomazia sono infinite e la strategia di astenersi sulla risoluzione dicendo poi che la Russia non è sola si chiama una botta al cerchio e una alla botte per mantenere l’equilibrio mondiale.
Se Putin è un pazzo senza scrupoli con in mano la bomba, in realtà la Cina sta facendo un favore a tutti noi anche qualora mirasse solo a proteggere il suo territorio o i propri interessi economici.