I BARI: O DELLE FALSITA’ SUI NUMERI

DI MASSIMO RIBAUDO

 

Cosa direste di un negoziante che ha una bilancia che bara sul peso?
Che è un ladro.
La comprensione e il rapporto con il mondo si basa anche sulla certezza e affidabilità delle misurazioni.
Ci fidiamo del mondo e dei nostri sensi perché ci fidiamo dei dati delle misurazioni. Anche.
L’Unione Sovietica cominciò a perdere consenso e autorevolezza internazionale DOPO il disastro di Chernobyl, che per ironia del destino, è in Ucraina. Perché mentì sui dati reali dell’incidente e delle sue conseguenze.
A Chernobyl andava tutto bene. Non era vero.
Da quel momento si creò una crepa ben superiore a quella del reattore nucleare. Una crepa nella fiducia sull’autorevolezza del regime sovietico. Che poi crollò.
Questo accadrà presto anche per il regime di Putin.
Anche gli alleati di Putin non si fidano più di lui.
Avrebbe dovuto annettersi il Donbass. Era nella sua sfera d’influenza. Sta invadendo l’intera Ucraina.
Dice che ha perso solo 500 soldati. Ed è IMPOSSIBILE.
Tutti mentono in guerra, ma è la misura della menzogna a fare di uno schieramento un esercito o una banda di mafiosi.
E quello russo è ormai una banda di mafiosi.
Anche la Cina mente. Sapeva dell’invasione e ha chiesto a Putin di spostarla dopo le Olimpiadi. Dice di voler intervenire in un processo di risoluzione pacifica del conflitto, e questo non succede.
Questo può non interessare a un paese come il nostro che è sempre disposto a tutto pur di raccattare qualche briciola dai tavoli imbanditi dei bari, ma a livello internazionale dà molto fastidio.
Ed ecco perché è cominciato un processo irreversibile che cambierà l’equilibrio geopolitico del mondo.
A tutto discapito della Russia.
___________________________________
I bari del Caravaggio