MUSA SELVAGGIA

MUSA SELVAGGIA
poesia di Luca Bagatin
foto di Alessandro Zucca @fotoinunclick
musa nella foto: Carmen Sale

Donna senza tempo

Abito nero

Come il mistero.

Si alza un caldo vento,

Il tuo sguardo è fiero.

Fiero e sincero.

La tua bellezza mi acceca come un lampo.

Ciò da cui la mia attenzione è attratta

E’ un tatuaggio

Disegnato sulla tua gamba.

Un uomo abbraccia forte

Una fanciulla,

In riva al mare,

O su una scogliera.

Una allegoria,

Un significato celato e nascosto.

Forse due Anime gemelle

Che si uniscono in eterno.

Due mani, sotto di esse,

Mi sembra di scorgere,

Che si uniscono.

E’ l’Amore eterno?

Perché le Anime

Sono eterne.

E vivono in ciascun essere

Che sa riconoscerle.

E così, perso in questi pensieri

Osservo te che passeggi,

Sui tuoi tacchi sensuali

E nel vento volteggi

Come se avessi le ali.

Luca Bagatin

www.amoreeliberta.blogspot.it